Parodontite e parto pretermine – neonato a basso peso

La nascita di bambini pre-termine (cioè prima della 37° settimana) è responsabile di quasi il 50% di patologie neurologiche congenite e di disordini del comportamento; il peso del neonato, se inferiore a 2500 g viene considerato “basso” .
Non esiste un’unica causa: l’etiologia è multifattoriale. Fra le varie ipotesi esiste crescente evidenza che le cause vadano da cercarsi nei processi infiammatori acuti della madre, sia intra-uterini che localizzati in distretti del corpo lontani dal tratto genito-urinario come ad esempio il cavo orale.
I processi infiammatori in questione sono provocati dall’infezione batterica, come avviene per la parodontite, per cui il movente patogenetico potrebbe essere sia la disseminazione di batteri attraverso il circolo ematico, sia il rilascio di mediatori dell’infiammazione da parte dei globuli bianchi che cercano di contenerla.
La correlazione tra malattie parodontali e parto pre-termine è stato riportato per la prima volta nel 1996 (studio clinico riportato da Offenbacher et al.); da allora sono stati eseguiti numerosi studi osservazionali e di coorte RCT in merito, senza tuttavia confermare o confutare in maniera definitiva questa associazione.
La più recente revisione sistematica della letteratura (Xiong et al, 2007) invece rileva che 29 su 44 studi hanno riportato una significativa associazione tra malattie parodontali ed eventi negativi della gravidanza.

In conclusione possiamo sostenere che il parto pretermine con neonato a basso peso riconosce diverse cause, eterogenee, per cui l’ etiologia è  multifattoriale.
C’è ampia evidenza che indica che le malattie parodontali possono svolgere un ruolo, perlomeno aspecifico, in diversi eventi negativi associati alla gravidanza (Offenbacher et al 1998, Gibbs et al 2001, van dadelszen & Magee 2002).

Queste considerazioni supportano l’opportunità di controllare con attenzione lo stato di salute delle donne in età fertile, con l’obiettivo di trattare le malattie parodontali allo scopo di ridurre i potenziali effetti negativi delle infezioni del cavo orale sul decorso della gravidanza.

 

area riservata

news

Siamo anche su Facebook:

www.facebook.com/StudioDentisticoDrDaviso

tutti i diritti riservati Copyright 2010
e-mail: info@cristianodaviso.com
Piva: 02648660047
Iscr. Albo Medici Chirurghi: 3390
Iscr. Albo Odontoiatri: 373